Il consiglio di luglio 2014: approaching from tight lie, un utile esercizio

Il consiglio di luglio 2014: approaching from tight lie, un utile esercizio

SHARE
Doctor Nick , / 3783 0
Conosco più di qualche giocatore che ha un’enorme paura di giocare un approccio quando la palla è nel fairway tagliato basso basso, tight lie.
Di regola chi teme questo genere di colpo, per niente facile, ha problemi di angolo di attacco. In altre parole, il tentativo di schiacciare, impattare la palla in modo verticale risulta spesso e volentieri più dannoso che altro.
Immaginando che lo swing altro non sia che un cerchio, se cercate di impattare la palla quando il cerchio deve ancora raggiungere il punto più basso (il punto A nella foto) avrete uno ed un soltanto momento per impattare la palla bene, la maggior parte delle volte ricorrerete in una frustrante flappa o top…
CERCHI 40 CM
 Se provate, nella figura di cui sopra, a schiacciare le estremità ne ricaverete un’ellisse che, per i nostri fini è di gran lunga più utile
ellisse
 
Se osservate bene la fotografia riportata ho volutamente segnato con un rettangolino blu la zona corrispondente al punto più basso della figura geometrica.
E’ del tutto evidente che il momento per impattare bene la palla in quest’ultimo caso sarà notevolmente maggiore rispetto al caso precedente. In altre parole, si tratta di abbassare notevolmente l’angolo di attacco ovvero sia l’angolo con il quale la testa del bastone approccia la palla rispetto al terreno.
 
Durante una delle ultime sedute di allenamento con Niccolò Quintarelli abbiamo lavorato proprio in questo e l’esercizio proposto è stato davvero utile e di facile applicazione.
Ho infatti posizionato un’asta della bandiera a circa 10/15 cm dopo la palla ed ho chiesto al mio omonimo di approcciare.
L’effetto è stato immediato ed i benefici pure.
 
 
 Analizziamo il video riportato con le seguenti immagini:
 
Setup
la palla è posizionata maggiormente verso il lato sinistro del corpo proprio per avere un angolo di attacco ridotto; i piedi sono molto raccolti e perfettamente square
IMG_2897
 
 
Backswing
chi ha detto che con gli approcci non si devono fletter i polsi forse deve rivedere le sue credenze…. in questo fotogramma infatti, Niccolò ha perfettamente flesso i polsi insieme all’azione corporea: così facendo il corpo resta più fermo nella sua originaria posizione e tornare da dove si era partiti è più semplice.
IMG_2898 
 
Impatto:
l’impatto va paragonato con il setup: osservate infatti che lo shaft del sand iron è leggermente inclinato verso destra e le mani sono all’incirca dove erano in setup, non più a sinistra. Tutto ciò vi aiuterà ad avere un angolo di attacco ridotto o ad eseguire il movimento quasi come l’ellisse sopra riportata.
IMG_2899
 
Finish
la testa del bastone ha nettamente sorpassato le mani e la faccia del sand iron è rivolta verso l’alto sinonimo di nessuna azione in fase di chiusura della stessa.
IMG_2900
 
Quanto appena illustrato può sembrarvi a prima lettura difficile, dovete solo provarci esattamente come il video illustrato e, prima o poi, vi accorgerete che approcciare non è poi così difficile.
 
Buon Golf!!!
 
edito da Doctor Nick ©

Leave a Reply

Facebook

PASSWORD RESET

LOG IN